Progetto Laguna Solare

Il progetto “ LAGUNA SOLARE “
Ormai da anni si attendono tecnologie atte a ridurre l’uso di petrolio o carbone per produrre energia elettrica, da anni si parla di fonti pulite e rinnovabili, da anni si parla di salvaguardare il nostro pianeta, ora la tecnologia ci aiuta a iniziare un cammino verso il taglio dell’ombelicale che ci teneva stretti alle vecchie fonti energetiche.
Lo studio eseguito nell’ambiente fotovoltaico ci consente ora più che mai di usare questa energia alternativa e pulita anche in un minisistema come la segnalazione luminosa. E soprattutto è arrivato il momento che ci si impegni a recepire i contenuti del protocollo di Kyoto, entrato in vigore dal 16 febbraio 2005, dove si obbligano le Nazioni a ridurre le emissioni di gas ad effetto serra.

La diffusione di energia elettrica, anche se a bassa tensione (380-400 Volt), attraverso elettrodotti posti sul fondale marino, ha sempre prodotto elementi di pericolosità per gli operatori elettrici, per i naviganti, per pescatori e per operatori posa pali. Inoltre, in caso d’incidente casuale i vecchi impianti si spegnevano per tutto il loro percorso aumentando in maniera esponenziale la pericolosità di un impianto spento.

L’impianto fotovoltaico ‘’ Laguna Solare ‘’ eviterà questi problemi. Inoltre questo sistema, composto da più punti luminosi, potrà essere gestito, ovvero monitorato e controllato, da posto fisso (un semplice computer), senza dover intervenire fisicamente per controllare solamente se un punto luce sia funzionante o spento. Da non tralasciare poi, che l’impianto ‘’Laguna Solare’’ offrirà alla Dirigenza Competente uno strumento d’intervento molto flessibile, contenuto nei costi e di facilissima applicazione.

Committente del progetto ‘’Laguna Solare’’ è Co.Ve.Di. (Cooperativa Veneziana Illuminazione), il nuovo gestore degli impianti d’illuminazione pubblica di Venezia, la componente elettronica è finlandese e la ditta ideatrice, la CI.NA.IN. appunto, ha l’esclusiva del progetto. Ogni postazione andrà collocata in un punto preciso (georeferenziazione) e, in futuro, sarà equipaggiata da sonde per il rilevamento dell’inquinamento, della maree e dell’altezza media da fondale a superficie (linee batti metriche) per comprendere lo spostamento lagunare.

Come tutti i progetti che si rispettino, oltre all’attenzione posta per l’ambiente, CI.NA.IN ha voluto prestare attenzione anche all’aspetto economico, anch’esso molto importante.

Gli obiettivi del progetto:
Obiettivo 1.0 : Usare fonti di energia pulita per alimentare punti luminosi di segnalazione vie acquee;
Obiettivo 1.1 : Eliminare le dispersioni di materiali nocivi nell’ambiente;
Obiettivo 1.2 : Eliminare per quanto possibili incidenti a persone e mezzi;
Obiettivo 1.3 : Gestire un impianto di segnalazione con estrema semplicità e flessibilità;
Obiettivo 1.4 : Ridurre i costi ora sostenuti per danni e manutenzione e gestione;
Obiettivo 1.5 : Segnalare per quanto sia possibile tutti i punti pericolosi naturali o artificiali presenti nella laguna;
Tutti gli obiettivi trascritti sono fondamentalmente collegati tra loro, nessuno di essi può avere una priorità rispetto agli altri e dovranno essere raggiunti simultaneamente per avere una reale efficacia del progetto base.

 

Download del materiale di approfondimento:

downloadicon Progetto Laguna Solare

 

downloadiconElementi fondamentali del
Protocollo di Kyoto